Ancora tensioni nelle logistiche, un lavoratore finisce all’ospedale per un pugno
L’assemblea di giovedì mattina

Ancora tensioni nelle logistiche, un lavoratore finisce all’ospedale per un pugno

Trattativa arenata in una piattaforma che serve Carrefour tra Lodigiano e Pavese

Tensione al deposito logistico che tratta la merce “no food” di Carrefour di Chignolo Po, un lavoratore finisce al pronto soccorso. Ieri mattina alle 7,30, i lavoratori erano in picchetto di protesta davanti il magazzino per alcune rivendicazioni contrattuali nei confronti del Consorzio Gruppo Cisa, che gestisce la piattaforma, dopo che la trattativa sindacale dei giorni scorsi non aveva prodotto risultati. Secondo la ricostruzione di alcuni colleghi, l’uomo ha avuto un alterco con un responsabile del Consorzio, arrivato appositamente da Bergamo per verificare l’andamento della protesta e la produttività del magazzino. Dopo una lite verbale, il facchino è stato colpito da un pugno, stando alla versione dei lavoratori. Sul posto sono stati chiamati i carabinieri di Chignolo Po, che stanno cercando di ricostruire i fatti, e l’ambulanza della Croce Azzurra di Chignolo. Il lavoratore è stato portato in pronto soccorso per accertamenti, ed è stato dimesso in mattinata. L’alterco di ieri mattina è stato il punto più alto della tensione tra i 60 dipendenti del Consorzio, che dopo l’accaduto sono tornati in magazzino continuando però la protesta con una forma di sciopero bianco, lavorando quindi al minimo della loro capacità. Tra i lavoratori del Consorzio Cisa nel magazzino di Chignolo sono occupate anche diverse persone di San Colombano, Orio Litta, Livraga e Ospedaletto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA