Anche a San Rocco lo screening della popolazione

Anche a San Rocco lo screening della popolazione

Il sindaco Matteo Delfini annuncia la campagna di test dopo le 57 positività

A San Rocco al Porto uno “screening coronavirus” sulla popolazione. Ad annunciarlo è il sindaco Matteo Delfini nel comunicare gli ultimi dati che attestano i tamponi positivi a quota 57. «C’è la probabilità che più avanti faremo il prelievo ematico e il test sierologico a tanti cittadini. È un test che dà una risposta immediata sì/no e in caso di esito positivo sarà seguito dal tampone entro 48 ore. Ci stiamo lavorando e non appena sapremo qualcosa di concreto ne daremo informazione. In base alla proposta che c’è stata fatta, l’esame avrà un costo di 20 euro a persona». Questa mattina, domani e venerdì intanto i volontari della protezione civile procederanno a un nuovo giro di distribuzione delle mascherine. La settimana sarà all’insegna anche della riapertura al pubblico di alcuni servizi. Domani pomeriggio aprirà lo sportello della Sime, non più all’interno del Comune, ma nel locale utilizzato in questi mesi come punto di raccordo della protezione civile. La biblioteca riaprirà il 28 maggio ogni lunedì e giovedì dalle 16.30 alle 19.00 e come per l’accesso agli uffici sarà obbligatorio rispettare il distanziamento e indossare la mascherina. Ancora in stand-by invece il punto prelievi, in attesa del via libera dell’Ats. Nessuna novità anche sullo sconfinamento in Emilia-Romagna atteso dai tanti sanrocchini che da mesi non vedono i loro famigliari. «Regione Lombardia non sembra intenzionata a intervenire per consentirci uno spostamento fuori Regione, è una situazione che non riguarda solo San Rocco al Porto ma e a questo punto dovremo quindi aspettare il 3 giugno» spiega Delfini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA