Allarme rave nella Bassa, ma era “solo” una festa a Caorso
Il rave party di giugno a Maleo

Allarme rave nella Bassa, ma era “solo” una festa a Caorso

Musica alta e ritmo incessante fino al mattino, apprensione in molti comuni della sponda lodigiana

Musica alta e ritmo incessante fino al mattino. Profonda Bassa tenuta sveglia e paura di un nuovo rave che ha accompagnato nella notte appena trascorsa alcuni residenti di Caselle Landi, Meleti, Castelnuovo e Cornovecchio. Ma era solo una festa sulla sponda piacentina del Po. Sono numerose le testimonianze di cittadini delle quattro comunità lodigiane che dalle 20 di ieri, sabato 28 agosto, hanno iniziato ad udire un livello di musica ben al di sopra del normale. La mente è andata subito a qualche rave, nella zona golenale di Caselle Landi viste le luci provenienti proprio da lì. Nessun esodo di auto e giovani però registrato, con il mistero che andava quindi ad infittirsi. Passata la notte, insonne per tantissimi, con chiamate ai carabinieri che non sono mancate, il chiarimento. Non un rave, ma una festa durata fino alle 8 del mattino a Roncarolo, frazione di Caorso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA