Adesso che il Sant’Angelo è in Serie D diventa necessario sistemare lo stadio
L’ingresso dello stadio comunale Carlo Chiesa di Sant’Angelo (archivio)

Adesso che il Sant’Angelo è in Serie D diventa necessario sistemare lo stadio

I cantieri si insedieranno entro l’estate, intanto la proprietà conferma i propri impegni

Rinnovamento e riqualificazione di parte dello stadio Chiesa, a giorni l’arrivo della bozza di progetto per i cantieri. È stato uno dei temi più caldi della scorsa estate il miglioramento e la messa a norma dello stadio di via Cortese.

E dopo la promozione in Serie D a seguito della vittoria del campionato di Eccellenza, tutta la città non vede l’ora di tornare a tifare i colori rossoneri in una competizione a respiro nazionale. Ma il problema è sempre la risoluzione delle criticità dell’impianto sportivo. Nei giorni scorsi il vicepresidente Luca Gaeli aveva puntualizzato, proprio sulle pagine del «Cittadino», che la società non vuole assolutamente lasciare Sant’Angelo, con le partite interne da disputare al Chiesa. E proprio in questi mesi l’amministrazione comunale ha lavorato per arrivare a una soluzione. «Entro pochi giorni dovremmo ricevere dallo studio di progettisti la bozza di elaborato a seguito delle nostre indicazioni per la parziale riqualificazione - puntualizza il sindaco Maurizio Villa, affiancato dal vicesindaco con delega ai lavori pubblici Antonio Lucini e dall’assessore allo sport Carlo Maria Speziani -. Tra le priorità ci sono il rifacimento della rete idrica, la sistemazione della recinzione interna per adeguarla alle norme federali e l’abbattimento delle tribune chiuse da tempo per la creazione di un “settore locali”, indicativamente nella zona nord dello stadio e di un “settore ospiti” sul lato opposto con ingresso separato, presumibilmente da via Cortese oltre alla sistemazione dei percorsi di accesso». Opere principali, a cui potrebbero esserne aggiunte le accessorie, per un cantiere che si punta a far partire in tempi brevi. «Con la società c’è un costante contatto - prosegue Lucini -. Ho personalmente aggiornato i vicepresidenti Gaeli e Matteo Marinoni, auspichiamo di poter affidare i lavori entro l’estate per consentire la fruibilità dello stadio per il prossimo campionato. Tutto ciò è frutto di un lavoro di squadra, e di questo ringrazio anche l’assessore al bilancio Marika Bottazzi per l’individuazione delle somme da utilizzare».

Non solo però la questione stadio, «proseguiremo il confronto con la società guidata da Rino Balzano che ringraziamo per il supporto dato in questi anni alla realtà calcistica barasina, che ha portato alla conquista della promozione in Serie D, ma anche a un grande lavoro in ambito giovanile con risultati rilevanti a livello regionale» conclude Speziani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA