Accuse di stalking all’ex moglie, un 43enne ai domiciliari

Accuse di stalking all’ex moglie, un 43enne ai domiciliari

La donna si era anche ritrovata con le quattro gomme dell’auto tagliate

Un uomo di 43 anni di Cavenago d’Adda è stato messo agli arresti domiciliari su ordine del gip di Lodi nell’ambito di un procedimento penale che lo vede indagato per atti persecutori nei confronti dell’ex moglie. I militari della stazione di Cavenago, che avevano condotto le indagini, si sono presentati sabato scorso di buon’ora alla porta di casa dell’uomo, notificandogli gli arresti. A motivare l’inasprimento delle misure cautelari che già dall’estate scorsa gravavano sul 43enne, c’è l’accusa di aver violato il divieto di avvicinamento all’ex moglie. L’uomo infatti era già sottoposto anche all’obbligo di firma più volte la settimana presso la caserma dei carabinieri, essendo indagato per un episodio dello scorso mese di luglio, quando qualcuno aveva tagliato i quattro pneumatici e graffiato la carrozzeria dell’auto della donna. I carabinieri, sulla base di diversi elementi, avevano denunciato l’uomo per quell’episodio, trovando inoltre nella sua disponibilità anche delle forbici compatibili con il danneggiamento.

Le prime indagini a carico del 43enne erano nate dalle segnalazioni dell’ex moglie, che più volte aveva chiesto l’intervento dei carabinieri, durante la convivenza coniugale, lamentando soprusi e violenze, in un quadro da lei vissuto come di prevaricazione. La separazione non avrebbe però messo fine all’angoscia della donna, che in più occasioni ha segnalato di sentirsi ancora oggetto di attenzioni dall’ex e che lamenta un conseguente stato d’ansia. Da qui l’ipotesi di stalking. Ora, in attesa del giudizio, il 43enne non può più uscire di casa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA