Il Comune al proprietario «Accetteremo Belfuggito solo se libera e bonificata»

Il Comune al proprietario «Accetteremo Belfuggito solo se libera

e bonificata»

Così il sindaco di Sant’Angelo risponde all’offerta di acquisirla per un euro

Arriva la risposta del sindaco di Sant’Angelo dopo la proposta shock del proprietario di una parte consistente di cascina Belfuggito a Sant’Angelo, con cui si proponeva la cessione di Cascina Belfuggito a un euro al Comune in modo he potessero essere le istituzioni a intervenire per ripristinare le condizioni igienico-sanitarie del sito e la legalità. «Solo se ripulita dai rifiuti, svuotata dagli occupanti e bonificata. Di certo, il Comune di Sant’Angelo non si accollerà la proprietà in queste condizioni» dice Maurizio Villa.

Insomma, il Comune non intende farsi carico della situazione del complesso diventato “terra di nessuno”, occupato da tempo in modo abusivo, utilizzato come discarica di ogni genere di rifiuti e teatro di guerre tra clan e numerosi blitz delle forze dell’ordine.

Spiega il sindaco Villa: «Se il Comune dovesse accettare questa proposta nello stato di fatto, dovrebbe farsi carico anche degli occupanti, al momento censiti in 15 minori e 7 donne, mentre molti uomini sono già in carcere - spiega il primo cittadino - . Il Comune non si può fare carico di tutte le spese per l’accoglienza dei minori». «Quindi - aggiunge - prima la proprietà si fa carico della pulizia e della bonifica, i cui costi sono quantificati in centinaia di migliaia di euro, poi eventualmente il Comune si farà carico dell’area. In quel caso valuteremo di abbattere l’esistente per evitare nuove occupazioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA