A Vizzolo tentano di truffare un’anziana, a Cerro al Lambro rubano nelle case
Una banda di ladri in azione (Foto by archivio)

A Vizzolo tentano di truffare un’anziana, a Cerro al Lambro rubano nelle case

Come se non bastasse il coronavirus i ladri continuano ad assediare il Sudmilano

Dopo i furti a Cerro al Lambro e il tentativo di truffa a Vizzolo, scatta l’allarme sicurezza nei Comuni del Melegnanese, dove il referente del controllo del vicinato Leonardo Cordone torna alla carica sulla coesione sociale per prevenire gli episodi di microcriminalità. L’ultimo blitz in ordine di tempo è andato in scena venerdì scorso a Vizzolo Predabissi dove, spacciandosi per un tecnico dell’acqua, un truffatore ha tentato di raggirare un’85enne residente nel paese alle porte di Melegnano, che però non è caduta nella trappola ed è riuscita a metterlo in fuga: non così è invece andata a Melegnano, sempre venerdì, dove, sembra dopo averle spruzzato dello spray per intontirla, un falso tecnico del gas ha truffato una 90enne, dalla cui abitazione si è portato via alcuni preziosi d’oro e 300 euro. Sempre nei giorni scorsi è stato segnalato un tentativo di furto a Cerro, a cui è seguito un secondo colpo andato a segno.

Nasce da qui la presa di posizione di Leonardo Cordone in qualità di referente del controllo del vicinato proprio a Cerro, che ha lanciato un appello per far fronte alle crescente microcriminalità dell’ultimo periodo. «Effettivamente in dicembre sul territorio stiamo registrando un aumento di furti, tentativi di furti e truffe, quasi sempre ai danni delle persone anziane, sole e quindi più vulnerabili - sono le sue parole -. Ancora una volta l’associazione del controllo del vicinato invita dunque a seguire scrupolosamente le indicazioni che, anche se possono sembrare scontate, sono alla base di un’efficace prevenzione della microcriminalità: mi riferisco in particolare alla collaborazione, al dialogo e alla solidarietà tra vicini, a cui accompagna la necessità di segnalare tempestivamente alle forze dell’ordine eventuali atteggiamenti sospetti. Si spiega proprio così l’importanza di aderire ai gruppi del controllo del vicinato, attraverso i quali sarà possibile ricreare quella coesione sociale tanto fondamentale per vincere la sfida contro ladri e truffatori».


© RIPRODUZIONE RISERVATA