A Villanova una vera biblioteca grazie all’Auser e alla Fondazione Comunitaria
L’antica Abbazia degli Olivetani a Villanova del Sillaro

A Villanova una vera biblioteca grazie all’Auser e alla Fondazione Comunitaria

Riaprirà al pubblico una parte dell’antica Abbazia

Prende il via il progetto della nuova biblioteca a Villanova del Sillaro. Presentato dall’Auser a fine giugno, sarà possibile grazie al contributo di Fondazione comunitaria e riguarda in particolare la riqualifica del palazzo abbaziale per la creazione di tre sale. Aule studio, dedicate alla lettura per famiglie e studenti ma anche disponibili in occasione di eventi culturali in calendario. «Si tratta della volontà di creare uno spazio a disposizione dei giovani – spiega Giuseppe Bianchi, presidente del sodalizio dal 2009 -. Dai più piccoli fino agli studenti, rappresenterà un luogo di ritrovo per le famiglie, per avvicinarsi alla lettura. Già presente a Bargano – specifica - gli spazi della biblioteca risultano un po’ sacrificati; da qui la nostra volontà di intervenire e, solo grazie al contributo di Fondazione comunitaria, potremmo veder realizzato questo ambizioso progetto».

Quarantamila euro è la cifra definita nel piano economico a cui parteciperà Fondazione comunitaria con un impegno di 18mila euro. «Il grosso dei lavori è già stato eseguito in passato – spiega Bianchi -. Ora resta da ultimare l’impianto elettrico, piccoli interventi edili, la sistemazione delle porte interne, degli interruttori, il tutto in armonia con lo stile architettonico del palazzo». I lavori di riqualifica e allestimento termineranno il prossimo settembre e vedranno anche la collaborazione di Pianure Srl, società bergamasca proprietaria dell’immobile che ha accettato di estendere il comodato a uso gratuito al Comune fino al 2045 oltre che di privati cittadini e associazioni interessati a sostenere il progetto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA