A San Donato è corsa in farmacia per il vaccino: quasi settecento le prenotazioni
Un paziente vaccinato presso la farmacia di via Europa a San Donato

A San Donato è corsa in farmacia per il vaccino: quasi settecento le prenotazioni

L’hub di Vizzolo è al completo e molti pazienti vengono dirottati verso i centri di Milano

Quasi 700 cittadini aspettano di sottoporsi alla dose booster di vaccino anti-Covid presso la farmacia comunale di via Europa a San Donato: per il momento sono state sospese le prenotazioni. Il provvedimento assunto, spiega il direttore dell’Azienda comunale delle farmacie (Acf), Francesca Relli, è legato alla necessità di smaltire il gran numero di utenti che si è fatto avanti mantenendo un ordine di priorità. I cittadini che figurano in elenco verranno dunque contattati per fissare un appuntamento tenendo conto che da settimana prossima l’attività vaccinale dovrebbe essere intensificata con l’estensione del servizio anche negli orari pomeridiani, proprio per accelerare al massimo la campagna.

Boom di terze dosi

«Stiamo anche valutando - spiega la responsabile -, di creare due linee vaccinali, partendo dal presupposto che si tratta comunque di una farmacia e non di un hub e che pertanto, nonostante la buona volontà, più di questo non possiamo fare». Inoltre nei prossimi giorni la Relli si confronterà con il Comune per valutare se fosse possibile avere qualche forma di supporto in modo tale da velocizzare al massimo il turnover di utenti, tenendo conto che comunque la prassi prevede il periodo di osservanza dopo la somministrazione che viene rigorosamente rispettato. Il 90 per cento degli utenti è sandonatese, ma si aggiunge anche una quota di residenti di San Giuliano e Peschiera Borromeo che hanno chiesto rafforzare la propria protezione dal virus nella farmacia di via Europa.

Intanto nell’arco di un paio di settimane sono già state inoculate 140 dosi. Le prenotazioni, non appena sarà possibile, verranno riaperte con una formula nuova. L’intenzione della municipalizzata è infatti quella di creare un’agenda online dove i cittadini possano scegliere direttamente, tra le date disponibili, quella per loro più comoda, affinché ciascuno sappia da subito quanto tempo deve aspettare.

Tutto esaurito a Vizzolo

La corsa che si è creata è legato anche al fatto che ormai da settimane è quasi impossibile trovare delle slot libere presso l’hangar di Vizzolo che ha raggiunto il tutto esaurito. E pertanto il portale di Regione Lombardia sta indirizzando gli utenti del Sudmilano all’Humanitas di Pieve Emanuele, nonché al Palazzo delle Scintille di Milano e in altri centri vaccinali non propriamente comodi da raggiungere soprattutto per chi non ha la macchina.

Tamponi, 700 a settimana

Altro servizio che ha raggiunto numeri da record è quello dei tamponi rapidi, che vengono effettuati nei locali attigui alla farmacia di via Gramsci, dove settimana scorsa sono passati ben 700 utenti. Per fare fronte al fenomeno legato a lavoratori e studenti non vaccinati, che hanno quindi bisogno del Green pass, a breve la farmacia avrà una persona dedicata alle formalità burocratiche in modo tale da consentire agli operatori di effettuare un tampone ogni 5 minuti mantenendo il servizio attivo per 7 giorni su 7.


© RIPRODUZIONE RISERVATA