PAULLO Tornano in azione i ladri meccanici: sparito il volante di una Bmw
L’auto danneggiata dai ladri di proprietà del consigliere comunale Simone Liberati

PAULLO Tornano in azione i ladri meccanici: sparito il volante di una Bmw

Il consigliere Liberati, già vittima dei malviventi, chiede maggiore sicurezza

A distanza di meno di un anno tornano i furti alle auto nel comune di Paullo. I ladri “meccanici”, dopo aver rotto un vetro, hanno smontato il volante di una Bmw. Un furto che è stato scoperto ieri mattina in via Togliatti dallo stesso proprietario, che aveva parcheggiato la sua vettura in strada. Quello dei vandalismi sulle auto è un fenomeno che aveva registrato una riduzione dopo che il consigliere comunale di opposizione Simone Liberati (Giovani per Paullo), in seguito ad un furto subito in prima persona, si era attivato in amministrazione comunale per chiedere una maggiore attenzione al tema della sicurezza.

«Nonostante la dichiarazione di misure di controllo più restrittive da parte dell’amministrazione, non si può abbassare la guardia - afferma il consigliere Liberati -: questo problema non va sottovalutato, anzi, data la continua diffusione su tutto il territorio di furti, va affrontato con i giusti mezzi per cercare di minimizzarne gli impatti sui cittadini. Come comunicato più volte a mezzo stampa e come emerso anche dall’ultimo consiglio comunale, da mesi l’amministrazione ha in progetto di installare nuove telecamere con rilevamento delle targhe con banca dati centralizzata nazionale. Non ci resta che attendere e sperare di vedere in funzione quanto prima le numerose telecamere promesse dal Comune nei punti strategici del nostro territorio».

Secondo il gruppo Giovani per Paullo sono molti gli sforzi che si possono fare per migliorare la percezione di sicurezza dei cittadini. Come? «Offrendo supporti di sicurezza efficaci a rintracciare eventuali comportamenti sospetti – conclude Liberati -: strumenti tecnologici adeguati alle nostre forze di polizia e un maggiore coinvolgimento dei cittadini in un sistema di sicurezza partecipata. Non ci resta che sperare in una maggior sicurezza per il futuro».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA