A Lodi estate ok per le piscine

A Lodi estate ok per le piscine

Finalmente un’estate con i fiocchi per le piscine di Lodi: la stagione 2015 ha portato in regalo sole e caldo e i responsabili degli impianti cittadini non nascondono la soddisfazione per i buoni risultati ottenuti. «La stagione è andata decisamente bene - dice Paola Samarati, responsabile de “La Pergola Country Club”, aperto dal 2009 -: molti dei nostri abbonati sono finalmente riusciti a sfruttare al meglio lo spazio della piscina, portando molti ospiti, dopo la grande delusione dell’estate passata. Quest’anno abbiamo avuto un riscontro positivo anche riguardo al “Mini Club” per i più piccoli, a inizio estate, e abbiamo scelto di tenere aperta la piscina coperta».

Anche la “Canottieri Adda”, storico sodalizio di via Nazario Sauro, si rallegra del buon andamento dell’estate: «Quest’anno è addirittura paragonabile al 2003, una delle annate migliori in assoluto - racconta Pietro Cammi, il direttore -, la massima punta di frequenza è stata domenica 7 giugno, con la bellezza di 2000 presenze, abbiamo poi avuto anche altre giornate da 1200-1500 presenze. Prima dell’inizio dell’estate abbiamo proposto ai nostri abbonati corsi di nuoto per i bambini, “acquafitness”, “idrobike” e “water trekking”, per ampliare e diversificare il nostro servizio».

Marco Ballardini, responsabile dell’impianto dello “Sporting Isola Bella”, gestito dalla famiglia Ballardini dal 1981, invece, non è pienamente soddisfatto dell’affluenza durante l’estate: «Fino a luglio è stata una bella stagione ma ad agosto il tempo si è guastato, inoltre abbiamo un grave problema: il parcheggio davanti all’“Isola Bella” è a pagamento e i nostri clienti dovrebbero, ogni due ore, uscire per pagare il ticket, tra l’altro facendo parecchia strada perché il parchimetro più vicino è guasto. C’è un parcheggio gratuito ma è distante 500 metri e per le famiglie con bambini può essere un problema, abbiamo segnalato questa situazione al Comune ma per ora non abbiamo ancora ricevuto risposta».

Riscontro positivo da parte di tutte le piscine comunali, a partire dalla “Faustina Sporting Club”, di cui Igor Piovan è direttore tecnico dall’inizio della nuova gestione, cominciata a settembre 2014. «Rispetto al 2014 quest’anno è stato sicuramente un successo - afferma - anche se agosto è stato un po’ deludente, soprattutto la seconda metà. Abbiamo sistemato il giardino, raddoppiando gli spazi verdi, abbiamo aggiunto un buon numero di lettini, abbiamo costruito due campi da beach volley, uno da calcetto e uno per le bocce. È andato bene anche il “Camp” per i bambini: abbiamo avuto cento presenze a settimana».

La “Ferrabini”, in gestione dall’inizio della stagione al “Club Wasken Boys”, ha cercato di rinnovarsi quest’anno, partendo dalla cura per i dettagli, come spiega il direttore Alessandro Pavan: «Il bel tempo ci ha sicuramente aiutato, ma abbiamo certamente dato il nostro meglio per rimettere in “forma” l’impianto, oggettivamente vecchio ma dal valore storico. Le tre parole chiave della gestione di quest’anno sono state ordine, pulizia ed educazione: grazie alla “Cascina Comella” abbiamo le palme all’ingresso e le piante decorative al bar, abbiamo chiesto ad alcune ragazze di quarta del liceo artistico Callisto Piazza di dipingere la parete adiacente alla vasca con dei murales a tema acquatico, abbiamo migliorato il sistema di prenotazione e gestione degli ombrelloni e abbiamo cercato di seguire al meglio la nostra clientela in ogni sua esigenza. Infine abbiamo recintato la parte verso il “Fusion”, rendendola meno visibile dal parcheggio, per dare maggiore tranquillità alle famiglie con bambini. Crediamo insomma che siano le piccole cose a fare la differenza e con questo spirito andremo avanti nella gestione dell’impianto».

Per il “Belgiardino”, gestito dalla “Wasken Boys” per il secondo anno consecutivo, la stagione è stata segnata da molti interventi di miglioria: «Abbiamo fatto un grosso lavoro di bonifica dell’area, anche per sopperire alle mancanze della gestione precedente», dicono Luigi Bisleri, presidente onorario e consigliere della “Wasken”, e Lorenza Sangregorio, direttrice dell’impianto: «Abbiamo sistemato il campo da calcio, abbiamo creato un nuovo campo da beach volley, abbiamo ristrutturato la segreteria, il magazzino e i servizi igienici e abbiamo migliorato la zona picnic. Tutti questi interventi sono stati fatti nell’ottica di servire al meglio la nostra utenza, ma ora ci sarebbe bisogno di un contributo economico da parte del Comune. Un ringraziamento speciale va ad Angelo Gorla, nostro amministratore economico». Le piscine lodigiane puntano dunque a un costante rinnovamento per soddisfare giorno per giorno la loro clientela e grazie al bel tempo e all’impegno costante nella manutenzione degli impianti quest’anno tutto o quasi è andato per il verso giusto: l’impegno dei gestori è stato premiato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA