A Casale con 1 milione e 400mila euro si può comprare palazzo Lampugnani

A Casale con 1 milione e 400mila euro si può comprare palazzo Lampugnani

Un nuovo annuncio di vendita sullo storico immobile di via Marsala

Palazzo Lampugnani in vendita per un valore di 1.400.000 euro. Lo storico edificio di via Marsala è tornato sul mercato: il cartello affisso a una delle mille finestre recita infatti “Vendesi intero stabile”. Avviso a cura dell’immobiliare lodigiana Gabetti.

Il prestigioso immobile costruito nel XVII secolo è offerto effettivamente in una unica soluzione, intero, in tutta la sua imponenza. Si tratta infatti di circa 1.880 metri quadrati, caratterizzati da tre piani, un chiostro interno, un auditorium, un cortile sul retro e persino un teatro dismesso. Ed è proprio sulla base di questa sua speciale architettura che palazzo Lampugnani viene proposto nel settore come un luogo ideale per uffici di rappresentanza e attività polifunzionali.

Un’inclinazione che la sua storia più recente non smentisce. Negli ultimi anni infatti, in particolare fra 2012 e 2015, l’immobile di via Marsala, che è stato oggetto di una importante ristrutturazione, ha ospitato convegni, riunioni, feste-evento, sia private che pubbliche: dalle rassegne musicali, alla festa di Santa Marta, fino ai dibattiti politici. E circa 15 anni fa fu il Comune, con l’allora amministrazione Pagani, a ipotizzarne l’acquisto per farne proprio una sede per uffici e locali comunali, multifunzione. Una sorta di sede decentrata del comune. Con l’avvento della ex giunta Parmesani, l’idea però fu scartata. E le successive amministrazioni, tanto quella di centrosinistra quanto l’attuale di centrodestra, non presero più in considerazione quel progetto. E l’immobile rimase in mani private.

L’ultimo tentativo di vendita? Nel 2019. A fine febbraio, proprio durante il lockdown, il prestigioso immobile, in disuso, è dunque stato rilanciato sulla piazza degli affari.

L’edificio vanta una pianta rettangolare allungata e struttura a pareti in laterizio intonacato; al piano terra i solai sono in legno, ad eccezione di alcuni ambienti di collegamento coperti con volte a crociera. Al piano superiore, gli ambienti sono coperti con volte ribassate. La copertura ha struttura in legno e manto in coppi antichi. Verso il cortile si apre un atrio coperto da volte a crociera, con colonne doriche e lesene in granito grigio di Montorfano


© RIPRODUZIONE RISERVATA