Inter: passano i presidenti, Samaden resta

Inter: passano i presidenti, Samaden resta

Il pluripremiato dirigente sandonatese responsabile del settore giovanile nerazzurro si racconta nella rubrica “Quattro chiacchiere con il Cittadino”

Ha vissuto l’ultimo periodo di Pellegrini, l’epoca di Moratti e Facchetti, il breve interregno di Thohir e ora il suo lavoro è centrale anche all’interno del nuovo corso firmato Zhang. Da trent’anni Roberto Samaden rappresenta un punto fermo dell’Inter: grazie a lui il settore giovanile nerazzurro è diventato uno dei più importanti a livello europeo, tanto che lo scorso anno la Uefa ha assegnato alla società il “Silver Prize - Best Professional Club” per i progetti legati alle scuole calcio e ai centri di formazione. Nato a Milano, ma da sempre residente a San Donato, è il protagonista della rubrica “Quattro chiacchiere con il Cittadino” in cui personaggi dello sport si raccontano a tutto tondo.

Leggi l’intervista sul “Cittadino” in edicola venerdì 21 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.