A Sant’Angelo inizia l’era del Curti “alla Ferguson”
Da sinistra Gino Cremascoli, Paolo Curti, Rino Balzano e Matteo Marinoni (foto Grassani)

A Sant’Angelo inizia l’era del Curti “alla Ferguson”

Il nuovo tecnico, presentato al “Chiesa”, seguirà anche il mercato: «Qui c’è un progetto importante, voglio giocatori che sappiano come lavoro»

Lodi

È iniziata ufficialmente con la presentazione al “Chiesa” l’era di Paolo Curti al Sant’Angelo. E con una sorpresa: oltre ad allenare, il nuovo tecnico rossonero svolgerà anche il ruolo di manager, come il leggendario Ferguson al Manchester United. Già idolo del popolo barasino come bomber (100 gol in 5 stagioni), Curti si occuperà dunque anche delle scelte di mercato: «Qui c’è un progetto importante - ha dichiarato il neo mister rossonero -,il fatto di non avere ancora precise certezze su quale categoria affronteremo ci limita nelle scelte, per questo vorrei giocatori che hanno già lavorato con me, per guadagnare tempo».

Nel frattempo in Serie D si prospetta una rivoluzione nell’attacco del Fanfulla. Dopo gli addii di Barzotti e Santonocito, il 30 giugno finiranno i prestiti di Fall (Pro Sesto), Radaelli e Galazzi (Inter); l’unico che potrebbe rimanere alla corte di Andrea Ciceri è quindi Lorenzo Pezzi.

Mentre in Promozione il Bano presenta Farina, in Eccellenza il Codogno riabbraccia una vecchia fiamma: è Danio Mazzini, già in azzurro dal 2011 al 2013, convinto a tornare nella Bassa dalla prospettiva di trovare in panchina Massimo Mazza: «Lo conosco bene, è un ottimo allenatore: lo seguo a occhi chiusi – sottolinea il centrocampista cremonese -. Torno in un’ottima società, con dirigenti che stanno facendo molto bene, come dimostrano i risultati degli ultimi anni»

Leggi tutti gli articoli sul “Cittadino” in edicola giovedì 13 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.