Amatori, non c’è tempo per piangere
Querido difende su Pedro Gil (foto Pedro Santos)

Amatori, non c’è tempo per piangere

Archiviata l’eliminazione nei quarti di Eurolega i giallorossi si tuffano nei play off con il Trissino

Non c’è tempo per piangere. Archiviata l’eliminazione nei quarti di finale di Eurolega, per l’Amatori è già tempo di play off scudetto. Da Lisbona i giallorossi si trasferiscono armi e bagagli a Trissino, dove martedì sera inizierà la serie di quarti di finale contro i vicentini difesi tra i pali dall’ex Adrià Català: l’occasione per ritrovare il sorriso e lanciare la volata al terzo scudetto consecutivo.

«Dispiace finire il nostro percorso europeo che è stato molto positivo con una sconfitta così pesante - commenta Nuno Resende -. In generale sono molto soddisfatto dell’Eurolega che abbiamo fatto, siamo arrivati ai quarti che era quello che volevamo e contro una candidata alla vittoria finale come lo Sporting ce la siamo giocata meglio di quanto dica il risultato».

Fariza al tiro(Carlos Silva)

I riflettori si spostano adesso sul campionato, dove già nella serie di quarti con il Trissino, oltre a vendicare l’eliminazione in Coppa Italia, i giallorossi possono tornare a fare la voce grossa, la stessa che gli ha permesso di cucirsi due scudetti sul petto. Per l’Europa delle big, per ora, ci si deve accontentare: «Oggi così, contro certi club non possiamo competere - commenta il presidente Roberto Citterio - e aver raggiunto i quarti di finale per la seconda volta negli ultimi tre anni è già un bel risultato, in questo momento il massimo a cui possiamo ambire».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 8 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.