Coppa Italia, nessun divieto di trasferta

Coppa Italia, nessun divieto di trasferta

I tifosi lodigiani potranno assistere alla “final eight” a Trissino, ma dovranno richiedere il biglietto con un messaggio a un numero di cellulare

Lodi

Nessun divieto di trasferta, ma i tifosi lodigiani dovranno “prenotare” con un messaggio a un numero di cellulare, il 327-2372054, il biglietto per la “final eight” di Coppa Italia in programma a Trissino tra l’1 e il 3 marzo. Lo comunica il Comune veneto su disposizioni della questura di Vicenza emesse nei confronti dei residenti nelle provincie di Lodi e di Lucca.
Chi dunque dal Lodigiano intende acquistare un biglietto per le finali di Coppa Italia dovrà inviare, esclusivamente via whatsapp o sms, i propri dati (nome, cognome, comune di residenza e numero di documento di identità) e la partita a cui si riferisce la comunicazione entro le ore 13 di giovedì 28 febbraio per i quarti di finale, entro le ore 13 di sabato 2 marzo per le semifinali ed entro le ore 11 di domenica 3 marzo per la finale.
È possibile, con un solo messaggio, chiedere l’inserimento nelle liste di tutte e tre le partite in caso di passaggio del turno. L’invio del messaggio non costituisce titolo di ingresso e non impegna all’acquisto del biglietto, che andrà perfezionato alla cassa del palasport di Trissino il giorno della partita, muniti di documento di riconoscimento.

Intanto sabato sera a Scandiano si apre un autentico tour de force per l’Amatori che da qui al 30 marzo giocherà da otto a undici partite (a seconda del cammino in Coppa Italia e in Eurolega) che segneranno la stagione.

Leggi gli articoli sul Cittadino in edicola venerdì 22 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.