Dall’acqua affiora un incubo del passato

Davide Maffi

Un lungo viaggio nella memoria, verso un passato recente che ritorna spesso nei nostri peggiori incubi. È la storia di Edoardo Rubessi genetista di fama mondiale, candidato al premio Nobel, che decide dopo 35 anni trascorsi negli stati Uniti di rientrare nella natia Torino. Un ritorno a casa da trionfatore, dove tutti lo accolgono come un eroe, un taumaturgo in grado di sconfiggere le terribili malattie dell’infanzia e di poter cambiare il destino dei bambini malati. Tutti meno uno: un personaggio uscito dal profondo del passato. Un uomo, un vecchio, che riporta alla mente di Edoardo una vicenda ormai sepolta, dimenticata nel vortice del tempo, che tutti hanno ormai cancellato dalla memoria, ma che ora improvvisamente torna realtà. L’incontro fugace con questo personaggio getta Edoardo nel panico e lo fa vacillare nel profondo delle sue convinzioni e fa sprofondare anche sua moglie nel vortice dell’orrore: di un orrore che si manifesta a pochi passi dalla porta di casa e che dovrà esplorare passo dopo passo per ricostruire il passato del marito.

Alessandro PerissinottoQuello che l’acqua nascondePiemme, Milano 2017, pp. 295, 18.50 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.