La fine della Cuba spagnola e gli intrighi di McKinley

D.M.

Un piccolo classico d’altri tempi, senza alcun dubbio il più conosciuto e famoso lavoro di Elbert Hubbard, viene ora riproposto al lettore italiano in questa edizione ben prefata da Luciano Canfora e con un ritratto dell’autore di Giuseppe Scaraffia. Cuba 1898 la corazzata Maine affonda nel porto dell’Avana dando agli Usa il casus belli che aspettavano per attaccare la Spagna, ma il presidente McKinley è ben conscio che l’unico modo per poter battere e cacciare gli spagnoli dall’isola è ottenere l’appoggio degli insorti cubani e in particolare del loro leggendario capo García. Inizia così la vicenda di Rowan il giovane ufficiale incaricato di prendere contatto coi ribelli, la storia di un uomo tutto di un pezzo, che non fa domande, non si tira mai indietro e con un solo scopo nella vita: compiere la sua missione.

Albert HubbardUn messaggio per GarcíaUtet, Novara 2016, pp. 95, 10 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.