Il Club Castellotti merita davveroun riconoscimento

Il Club Castellotti merita davvero un riconoscimento

Cara Lodi

Ho letto con attenzione l’articolo che presentava i 10 benemeriti che premiati in occasione della ricorrenza della Festa di San Bassiano: tra questi ho trovato, con ragione, anche un caro amico, il dottor Vittorio Sala , che ci ha lasciato inaspettatamente. Scrivo perché questo riconoscimento viene concesso, su indicazione del Comune di Lodi, anche ad associazioni che si sono distinte per aver operato anche per la promozione della nostra città.

Tra le passioni che coltivo vi è anche quella dei motori e per me è stato naturale essere associato al Club per auto e moto d’epoca Castellotti di Lodi che porta il nome del più famoso pilota di auto da corsa mai nato dalle nostre parti, Eugenio Castellotti, pilota ufficiale Ferrari di Formula 1, deceduto neI 1957 sul circuito di Modena durante un turno di prova.

Oltre mille soci fanno di questo Club uno dei maggiori d’Italia. Sotto la presidenza di Alvaro Corrù, per la prima volta, nel 2016 la piazza della Vittoria di Lodi ha visto il passaggio della storica Mille Miglia, la corsa per auto d’epoca più famosa dei mondo. Il successo di pubblico e la bellezza del posto hanno spinto gli organizzatori a concedere al Club Castellotti anche l’edizione del 2018 , sempre ¡n piazza della Vittoria. Un successo di pubblico celebrato anche dal nostro giornale, “Il Cittadino”, che ha quantificato in settemila (7000) le persone che hanno aspettato lungo le vie cittadine i piloti e le auto meravigliose.

Il Comune di Lodi ha dato il suo patrocinio ma tutto il resto è stato portato avanti dai soci dei Club: organizzazione e spese (molte spese). Ma questo viene naturale per chi coltiva una passione e vuole che ne siano parte anche chi vive nella sua stessa città.

Sono sorpreso e questo è il motivo per cui scrivo: so che l’auto, che la maggior parte di noi usa, vien vista come un mezzo poco ecologico e di cui è meglio non tessere lodi, ma è indubitabile che il passaggio a Lodi della Mille Miglia ha creato un ritorno promozionale enorme su centinaia di televisioni e giornali di tutto il mondo. Oltre che un momento di felicità per i suoi cittadini.

I soci dei Club Castellotti continueranno ad offrire, quando possibile, altre occasioni alla città di Lodi indipendentemente da un riconoscimento ufficiale come il San Bassiano, ma io vorrei tanto sapere dalla persona o dalle persone che, all’interno del Comune di Lodi se ne occupano, quali sono i criteri che determinano una scelta piuttosto che un’altra. Anche perché in una cosa pubblica non ci devono essere zone d’ombra per non dare l’impressione di essere di parte.

Daniele Sozzi
Montanaso Lombardo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.