Caselle utilizza il Grifone a proprio uso e consumo

Caselle utilizza il Grifone a proprio uso e consumo

L’intervento del sindaco di Casaletto Lodigiano

Ciò che lamentavamo da tempo, e che ci ha indotti a decidere lo scioglimento dell’Unione del Grifone, dopo inutili tentativi per arrivare ad una risoluzione consensuale del “divorzio”, ora non riesce più a rimanere sommerso, ed emerge con tutto l’impeto di un pallone trattenuto forzatamente sott’acqua.

Il sindaco di Caselle Lurani Davide Vighi, nella giunta del Grifone di martedì 12 scorso senza neppure cercare un minimo dialogo, con l’appoggio dei suoi assessori Olivari e Galli (che alla stregua dei soldati, alla chiamata hanno risposto “obbedisco”, senza battere ciglio) hanno forzatamente deliberato, con il nostro voto contrario, la ripartizione dell’avanzo di bilancio 2017, in ragione del 50%, giustificandola con il concorso nelle spese gestionali sempre al 50%.

Partiamo da un dato dei fatto: se Regione Lombardia applica l’erogazione del contributo alle Unioni ripartendolo in funzione delle caratteristiche dei singoli comuni aderenti all’unione, una ragione c’è!

È vero che al Grifone conferiamo risorse per la gestione in maniera solidale, ma ciò non vuol dire che sia il peso giusto: Casaletto ha immesso maggiori risorse professionali di Caselle, non solo, in questi due anni trascorsi, Casaletto si è sobbarcato un’enorme mole di lavoro per i bilanci, tributi, servizi sociali e non ultimo per i lavori pubblici, per poter risolvere i problemi giacenti in quel di Caselle.

Quindi se dovessimo entrare nel merito, sicuramente potremmo vantare ulteriori crediti. E il tanto lamentato disagio di Caselle per l’attuale impossibilità a vedersi erogato il mutuo di 250.000 euro, non dipende dalla nostra decisione di scioglimento, ma dalla impossibilità del loro bilancio di sopportare tale investimento; prova ne è che vogliono “caricare” il mutuo (il primo nella storia dell’unione) proprio sul Grifone.

Che poi la solidarietà sventolata sia a senso unico lo dimostrano con la deliberazione assunta il 12, infatti loro hanno pure decurtato i 1.000 euro destinati al fondo per i crediti di dubbia esigibilità, solo dall’avanzo di Casaletto, e così hanno potuto racimolare il necessario per le loro asfaltature. Tutto ciò ha una propria razio: Caselle utilizza il Grifone a proprio uso e consumo, sia per quanto riguarda la possibilità di reperire risorse economiche (che diversamente non rientrerebbero nelle loro disponibilità) che per le professionalità che abbiamo in campo, ed oggi sapendo che non possono più contare sul nostro consenso politico, per il Presidente e Compagnia, Casaletto è terra di conquista.

E gli effetti non si fanno attendere, a seguito della decisione di Caselle di utilizzare le nostre risorse per le loro asfaltature, abbiamo dovuto tagliare le risorse per la casa dell’acqua per il nostro capoluogo. In paese circola la battuta: mettano almeno la firma “realizzato by Casaletto”.

Giorgio Marazzina, sindaco e vice presidente ULG
Maria Teresa Coldani, assessore

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.