L’anno si conclude con un «Grazie» e si apre nella preghiera per la pace
Le celebrazioni saranno in Cattedrale

Le celebrazioni con il Vescovo per la fine del 2018 e l’inizio dell’anno nuovo

Il Vescovo presiederà le Messe alle 18 il 31 dicembre e il primo gennaio

Il canto del “Te Deum” concluderà l’anno 2018, e il primo gennaio si aprirà nel segno della pace. Lunedì 31 dicembre alle 18 in Cattedrale, il vescovo di Lodi monsignor Maurizio Malvestiti presiederà la Santa Messa con il canto del “Te Deum”, in ringraziamento per l’anno che si compie.

Martedì 1 gennaio 2019, alle 18 sempre in Cattedrale, monsignor Malvestiti celebrerà la Santa Messa per la pace, nella solennità di Maria Santissima Madre di Dio. A questa celebrazione, nella Giornata mondiale voluta da Paolo VI, sono invitati in modo speciale tutti i movimenti e le associazioni presenti nella diocesi di Lodi.

Il canto del “Te Deum” che la Chiesa intona l’ultimo giorno dell’anno ha origini antichissime e il significato è la lode a Dio. Nel duomo di Lodi anche questa volta verrà eseguito dalla Cappella musicale della Cattedrale diretta da don Piero Panzetti. Tra le diverse versioni del “Te Deum”, la Cappella ne eseguirà una contemporanea, nata nel Novecento da un adattamento di un canone ortodosso. «È anche conosciuta da diversi nell’assemblea – dice don Panzetti -. Tra tutte, la versione gregoriana è certamente la più solenne, ma in anni recenti si cerca di essere più attenti perché le persone possano partecipare meglio ed essere più coinvolte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.