Lodi Nuovo, le architetture cittadine, un grande laboratorio di modernità
I tre autori: Aldo Castellano, Barbara Galli e Antonio Mazza alla presentazione del libro (foto Borella)

“Lodi Nuovo”: nelle architetture cittadine un grande laboratorio di modernità

Presentato il volume fotografico promosso dalla Fondazione Bpl e pubblicato da Bolis per Natale

Il cammino di una città attraverso le sue architetture. Questo l’obiettivo del volume, appena pubblicato da Bolis Edizioni, dedicato a “Lodi Nuovo. Storie di architettura del terzo millennio”, presentato venerdì nello Spazio Arte BPL in un incontro che ha visto l’intervento dei tre autori, Aldo Castellano, Barbara Galli e Antonio Mazza.

La presentazione del libro “Lodi Nuovo, storie di architettura del terzo millenio”, da sinistra Fabrizio Marchetti, Ferruccio Pallavera, Duccio Castellotti, Aldo Castellano, Barbara Galli e Antonio Mazza

Il direttore del Cittadino Ferruccio Pallavera, moderatore dell’incontro, ha ripercorso le tappe dell’impresa editoriale, che esplora i tesori culturali del Lodigiano, dalle chiese più importanti alle biblioteche, fino alla cattedrale vegetale di Mauri. Il presidente della Fondazione della Banca Popolare Duccio Castellotti ha sottolineato l’impostazione di questo, come degli altri volumi, che si possono leggere quasi come romanzi, e ha ribadito la decisione della Fondazione di donarne una copia a ciascuna scuola del territorio.

I tre autori si sono addentrati nel contenuto del libro, commentando alcuni dei progetti che i testi e le immagini illustrano: progetti che hanno segnato la storia degli ultimi vent’anni, a cominciare dal progetto di Renzo Piano per la sede della Banca Popolare di Lodi, fino a quelli più recenti della torre di Zucchetti e della nuova facoltà di Veterinaria, realizzato dall’architetto giapponese Kengo Kuma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.