Cantieri da gennaio per realizzare il nuovo stabilimento del kebab
Sopra la lavorazione del kebab

Casale prepara il terreno alla “fabbrica del kebab”

Entro 60 giorni l’esito della valutazione ambientale, da gennaio cantieri pronti a partire

L’impero del kebab è pronto a sorgere. A Casalpusterlengo è infatti iniziato il conto alla rovescia definitivo per il nuovo insediamento produttivo di Anatolia Kebab nel secondo lotto di via Amendola. Lo sportello unico delle attività produttive di Casale ha fatto partire la procedura di verifica della Valutazione ambientale strategica e la conferenza di servizi per la variante del piano attuativo. Entro 60 giorni l’esito, poi il passaggio in consiglio comunale per l’approvazione definitiva. Il cantiere verrà quindi avviato nei primi mesi del 2019, prologo alla nascita di uno stabilimento che darà lavoro a un centinaio di persone.

Il nuovo fabbricato di Anatolia sarà di 2mila 928,68 metri quadrati, di cui 2mila 646 al piano terra e 282,68 al primo piano, con gli altri 9mila metri di viabilità, parcheggi e aree interne di carico-scarico. La società curda non macella la carne, ma ne finisce la preparazione, l’imballo e la commercializzazione di kebab. La società curda non macella la carne, ma ne finisce la preparazione, l’imballo e la commercializzazione di kebab.

L’insediamento produttivo porterà una cinquantina di nuovi posti di lavoro, con 12mila 500 euro circa di oneri secondari (i primari erano già a carico della società lottizzante) e la società verserà a titolo di onere perequativo una cifra di circa 100mila euro. Successivamente sarà stipulata una convenzione per ulteriori impegni a carico della società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.