Chi ha paura del buio?

Chi ha paura del buio?

L’ultimo reportage di Ludesan Life racconta storie di persone che ogni giorno iniziano a lavorare presto, quando il sole non è ancora sorto

“Chi ha paura del buio?”. Una domanda universale e al tempo stesso metafora per raccontare storie di persone – baristi, edicolanti, panettieri, spazzini, pendolari, autisti - che con il buio e con i primi albeggi convivono quotidianamente per ragioni di lavoro, quando buona parte del resto del mondo sogna ancora tra le braccia di Morfeo. È questo il filo conduttore dell’ultimo reportage di Ludesan Life (ludesanlife.it), la rivista online nata da un’idea di alcuni soci del Gruppo Progetto Immagine.

«C’è un mondo che si sveglia prima. Ci sono mestieri di cui proprio non potremmo fare a meno per cominciare la giornata. Elfi notturni si muovono in silenzio e ci semplificano la vita, creature preziose che sono attive quando tutti si stanno ricaricando», scrive Annalisa Bravi nell’introduzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.