Domo Emigrantes tra i pochi eletti in concorso a “Musicultura”
I Domo Emigrantes in piazza della Vittoria a Lodi

I Domo Emigrantes superano le selezioni di “Musicultura”

La band lodigiana tra i 53 partecipanti ammessi su una rosa di 760 candidati

Fabio Ravera

Non solo un nuovo album dal vivo per festeggiare il decennale della band e un tour trionfale in Lituania, ma pure la soddisfazione di essersi qualificati per le audizioni live della 31esima edizione di “Musicultura”, una delle rassegne più importanti e innovative nel panorama italiano.

La formazione base dei Domo

È un periodo d’oro per i Domo Emigrantes, il gruppo lodigiano che da diversi anni è una realtà conclamata nell’ambito della “world music”. Il trio formato da Stefano Torre, Filippo Renna e Andrea Dall’Olio (ai quali di volta in volta si aggiungono altri musicisti) è stato infatti selezionato tra i 53 concorrenti, su una rosa di ben 760 candidati, attesi tra fine febbraio e inizio marzo a sostenere una serie di audizioni (rigorosamente dal vivo) al Teatro Lauro Rossi di Macerata.

«È una grande soddisfazione aver superato la prima “scrematura”, considerando il grande numero di artisti partecipanti – racconta Stefano Torre -. “Musicultura” è uno dei concorsi più genuini rimasti in Italia: ha sostanzialmente raccolto, come importanza, l’eredità di Castrocaro». Il viaggio verso la finale però è ancora lungo: al termine delle audizioni, la giuria di Musicultura selezionerà la rosa dei 16 finalisti, che saranno protagonisti di un concerto al Teatro Persiani di Recanati nel mese di aprile e le cui canzoni andranno a comporre la compilation della 31esima edizione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.