Il calendario di eventi per la Memoria
Il cancello di Auschwitz

Il calendario di eventi per la Memoria

Molte le iniziative sul territorio per celebrare il ricordo della Shoah

La presentazione del libro di Franco Forte e una serie di letture da Sommaruga aprono venerdì il calendario di appuntamenti dedicati alla Giornata della Memoria. “La bambina e il nazista” scritto da Franco Forte e Scilla Bonfiglioli (Mondadori, 312 pp., 19 euro) sarà al centro della conversazione in programma venerdì pomeriggio (ore 18) al Caffè delle Arti in Viale Pavia, nell’ambito delle celebrazioni del Giorno della memoria organizzate in sinergia tra UniTre, Caffè delle Arti, Associazione Monsignor Quartieri e Cooperativa Ettore Archinti. Franco Forte, scrittore di Casaletto Lodigiano noto per la sua attività a 360 gradi nel mondo dell’editoria nonché preziosa firma del nostro giornale, dialogherà con Stefano Taravella, direttore dei corsi UniTre per svelare genesi e contenuto della sua ultima opera, ispirata a fatti drammatici e reali che trasportano il lettore nelle tenebre di una pagina di storia che non si può e non si deve dimenticare. Una delle figure chiave del romanzo è Hans Heigel, ufficiale di complemento delle SS nella piccola cittadina di Osnabrück, un contabile che non comprende né condivide l’aggressività con cui il suo Paese si è rialzato dalla Prima guerra mondiale; eppure, il timore di ritorsioni sulla propria famiglia e la vita nel piccolo centro, lontana dagli orrori del fronte e dei campi di concentramento, l’hanno convinto a tenere per sé i suoi pensieri, sospingendolo verso una silenziosa convivenza anche con le politiche più aberranti del Reich.

Alla libreria Sommaruga di corso Vittorio, alle ore 21, una serie di letture aiuterà a descrivere cosa accade quando l’odio convince a mettere a tacere la propria umanità arrivando allo sterminio di un popolo. Domenica pomeriggio, alle ore 17 all’aula magna del Verri, gli Amici della Musica e il Teatro Alle Vigne (e con il contributo della Fondazione Comunitaria, in memoria di Francesco Grisi) propongono Zakhor, parole e musica per la Shoah, con Paola D’Alessandro (voce recitante, canto e percussioni), Gianpiero Marazza (fisarmonica), Erio Reverberi (violino). Per tutta la giornata di lunedì, invece, l’UniTre organizza una lettura dei brani di “Se questo è un uomo”, il libro testimonianza che Primo Levi dedicò alla sua deportazione ad Auschwitz. L’appuntamento, che avrà luogo al Caffè delle Arti presso il Circolo Archinti di viale Pavia, 26 a Lodi, durerà dalle ore 9 alle 19, e al mattino sarà dedicato alle scuole. A tutti i lettori sarà donata una copia del libro con una riflessione sul senso della manifestazione.

Lunedì sera, inoltre, è in programma all’aula magna del liceo Verri di Lodi l’incontro con Andrea Speranzoni, avvocato difensore di parte civile nei processi per le stragi di inermi perpetrate in Italia nel 1944. “Lo sguardo delle vittime”, questo il titolo della serata organizzata da Ilsreco, Anpi e Aned, si muoverà tra storia e accertamenti giudiziari per parlare delle stragi nazifasciste e genocidi.

Leggi tutti gli articoli sul “Cittadino” in edicola venerdì 24 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.