Corsi e il tramonto del sapere: l’affresco spietato della scuola
Da sinistra Paola Cremascoli, Marco Ostoni, Stefano Corsi e Fabio Ravera

Corsi e il tramonto del sapere: l’affresco spietato della scuola

Lo scrittore alla Bpl Arte per un confronto su “L’ultima lezione”

Annalisa Degradi

È Stefano Corsi, scrittore e insegnante lodigiano, l’ospite del quinto appuntamento con gli eventi collaterali alla mostra sulla grafica d’arte, ospitata dall’Associazione Monsignor Quartieri nello Spazio Arte della BPL.

«È il libro di un tramonto – conferma l’autore -, che è il mio tramonto personale, e forse anche quello di una scuola in cui osservo una generazione che non capisce più quello che legge, parla malissimo e scrive malissimo. Trasmettere il sapere come lo intendevamo noi è diventato inconcepibile».

Con l’autore, all’incontro di venerdì pomeriggio sono presenti Marco Ostoni, a lungo capo redattore della cultura al “Cittadino” e il giornalista Fabio Ravera, oltre a Paola Cremascoli, che dal libro propone la lettura di alcuni brani de “L’ultima lezione”.

Dal cato suo, Ostoni pur concordando con l’analisi non è così pessimista per il futuro: «La mia nuova professione di insegnante – spiega – mi ha messo a contatto con una realtà che spesso è sconfortante, ma ci sono segnali positivi, alcuni giovani sono promettenti; è necessario produrre uno scarto nel modello educativo che riesca a valorizzare quello che di buono c’è nella scuola. È una sfida difficile, ma non mi piace parlare di tramonto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.