Nucci e un “Requiem” nel segno del ricordo
La presentazione del concerto

Nucci e un “Requiem” nel segno del ricordo

Il grande baritono lodigiano ospite speciale il 31 ottobre a Lodi per il concerto in Duomo per i vescovi defunti della diocesi

La grande musica incontra la fede. In luogo speciale, con un ospite speciale. È il programma del concerto con il quale, il prossimo 31 ottobre, il Duomo di lodi celebrerà attraverso le note la memoria dei vescovi di Lodi defunti. A esibirsi, assieme al coro e i solisti della Cappella Musicale diretta da don Piero Panzetti e da Elvira Soresini al piano, il grande Leo Nucci.

L’evento è stato presentato venerdì 18 ottobre nella sede della Banca Centropadana, partner dell’evento organizzato dalla diocesi di Lodi insieme all’associazione Mons. Quartieri e finanziato dalla Bcc Centropadana. Il concerto accenderà i riflettori sul “Requiem op. 48” del compositore e organista francese Gabriel Fauré (1845-1924), «una composizione particolare - spiega Nucci -, perché armonicamente vi si trovano ricerche particolari. L’operazione, dal punto di vista musicale, non è certo delle più semplici».

«Questo Requiem sfocia in un flusso di quiete e pace che lascia spiazzati -commenta don Piero Panzetti, direttore della Cappella della Cattedrale di Lodi -. La musica di Fauré porta un annuncio di vita». Alla presentazione hanno partecipato per la Bcc Antonio Baietta, presidente, Ennio Bonvissuto, vicepresidente vicario, e il consigliere Paolo Lolla; assieme a loro don Francesco Badaracco, parroco del Duomo, e don Bassiano Uggè, vicario generale della diocesi. Il concerto è a ingresso libero fino a esaurimento posti (circa 800). Saranno presenti il vescovo di Lodi Maurizio Malvestiti e il vescovo emerito Giuseppe Merisi. Sono state invitate dall’organizzazione anche tutte le massime cariche civili e militari della città.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 19 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.