Casale riabbraccia la “Madonna del Rosario”

Casale riabbraccia la “Madonna del Rosario”

Presentata la tela restaurata nella parrocchia dei santi Bartolomeo e Martino

«Beni preziosi, che la comunità rivede nella loro bellezza ritrovata». È con queste parole che don Pierluigi Leva ha celebrato lunedì sera un momento importante per la parrocchia dei santi Bartolomeo e Martino di Casalpusterlengo: il restauro della “Madonna del Rosario” dipinta nel 1628 e tornata a risplendere in tutto il suo splendore.

La pregevolissima tela rappresenta la parte centrale dell’importante polittico presente nella Cappella del Santo Rosario, che è completato dai quindici piccoli quadri del Misteri posti a corona della tela e pure oggetto del riuscito restauro che da marzo ha visto al lavoro i restauratori di Casale Mattia e Pierangelo Peviani. Sostenuto dal lascito delle sorelle Maria e Genoveffa Maraffetti, il restauro è stato poi illustrato nelle sue fasi di esecuzione dai restauratori.

Quest’ultimi hanno pure confermato l’importanza della committenza e dell’opera, certificata da numerosi aspetti, non ultimo anche quello della preziosità della stessa tela di lino del dipinto, che è ad un’unica pezza ed a trama decorata. La “Madonna del Rosario”, come rivelato dalle ricerche condotte negli archivi parrocchiali, assegnano l’opera, dipinta nel 1628, al valente pittore cremonese Panfilo Nuvolone (1581-1651).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.