Lodi porta Leonardo anche in Giappone

Lodi porta Leonardo anche in Giappone

La mostra della start-up lodigiana Dilium protagonista a Tokyo

L’11 settembre, nel mondo, ha un significato dolorosamente particolare. Ma in Giappone, per un giorno, e per qualcuno, ha avuto anche un’altra valenza importante. È il caso della start-up Dilium, nata due anni fa dallo spunto imprenditoriale del 40enne codognese Donato De Ieso (amministratore unico) e dei due co-fondatori Alex Marchesi di Lodi e Roberto Sommariva di Melegnano, la cui esposizione “LeonARdo”, dopo aver conquistato Milano, è stata ospitata anche a Tokyo.

Donato De Ieso

Patrocinata dall’ambasciata italiana a Tokyo, con la Dilium ospite dell’incubatore EDGEOf. Progetto nato in collaborazione con lo studio di design DEseip ed il patrocinio del Comune di Milano, l’esposizione “LeonARdo” è stata evento di successo in occasione della Milano Design Week, celebrando il genio di Leonardo in modo del tutto innovativo, puntando sulla tecnologia più avanzata, facendo letteralmente interagire i visitatori con installazioni raffiguranti le opere del grande artista che, grazie alla realtà aumentata, si animavano, prendendo letteralmente vita.

«Tokyo è una realtà iper-connessa e molto veloce – ha dichiarato alla vigilia della mostra De Ieso direttamente dalla capitale giapponese - . Portare qui la nostra mostra in realtà aumentata significa portare anche un pezzo di Italia e di Lodigiano in questa parte di mondo. Mostreremo il genio di Leonardo, auspicando di riuscire a stimolare anche qui in Giappone lo stesso stupore e apprezzamento visto a Milano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.