Lodi rilegge il mito dell’“Iliade”
Marta Ossoli e Mino Manni

Lodi rilegge il mito dell’“Iliade”

Mino Manni e Marta Ossoli protagonisti domenica in piazza Broletto con una rivisitazione moderna di Omero

Ulisse, mito eterno. E Omero, scrittore sempre attuale. Anche grazie al “filtro” di un autore contemporaneo, e soprattutto alla rilettura di due eccellenti interpreti. Dopo aver entusiasmato il pubblico di “Lodi al Sole” con un’originale interpretazione dei “Promessi sposi” di Manzoni, Mino Manni e Marta Ossoli tornano domenica 11 agosto alle 21.30 in piazza Broletto con una nuova proposta: una rilettura moderna dell’“Iliade”.

«Questa prima serata – racconta Manni – è dedicata alla giovinezza dell’eroe, al matrimonio con Penelope e all’occasione della guerra di Troia, ossia il rapimento di Elena. Nelle due serate successive (18 e 25 agosto, ndr) racconteremo l’inganno del cavallo di Troia e la morte di Achille, e infine il viaggio di ritorno a Itaca, con gli incontri con personaggi straordinari come Polifemo e la maga Circe».

La chiave di volta del reading della coppia Manni-Ossoli è l’Ulisse narrato nel romanzo di Valerio Massimo Manfredi “Il mio nome è Nessuno”. «E’ un modo – spiega Manni – per rendere più diretto e comprensibile lo stile; volevamo che il pubblico comprendesse bene la storia di questo eroe, che rappresenta la ricerca di ciò che è inesplorato, che poi in definitiva, per ogni uomo, è la ricerca della propria anima». Qualcuno, forse, la troverà proprio domenica sera in piazza Broletto.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 10 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.