Cantafio-Gordini chitarra e tenore: un ponte fra rock e musica lirica
Rodolfo Maria Gordini

Cantafio-Gordini: chitarra e tenore sul palco. Un ponte fra rock e musica lirica

Il cantautore e chitarrista melegnanese al fianco del tenore di scuola verdiana per un singolo e in una serie di concerti

Un ponte fra il rock e la lirica per dimostrare che in musica vige un solo criterio: se una cosa emoziona è bella al di là del genere di appartenenza, se non emoziona può stare alla perfezione dentro un genere ma finisce nel dimenticatoio. Ecco la ragione che ha fatto incontrare Roby Cantafio, cantautore e chitarrista melegnanese di cui è uscito da non molto l’album “Fuori e dentro di me”, e Rodolfo Maria Gordini, tenore di scuola verdiana e pavarottiana, fra gli ideatori del format “Pavarotti and friends”, che ha conquistato il mondo.

Roby Cantafio

I due sono saliti sul palco assieme alla Festa della musica europea di Monza, concependo un percorso che si tradurrà in alcuni live e in un singolo a quattro mani. Se non il matrimonio, almeno la mano tesa fra cultura rock e cultura lirico sinfonica è già avvenuto diverse volte nell’ormai non breve storia del rock: ora anche il Sudmilano mette il suo contributo con questo duo nascente.

La prima uscita a Monza è stata positiva con l’interpretazione di “Sto pensando a te”, un brano scritto da Gordini per Pavarotti. In scena e in studio più che a un “tenore accompagnato da chitarre” «stiamo pensando soprattutto al botta e risposta fra strumenti» raccontano i due musicisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.