Franco Forte, da Romolo alla... Shoah
Da sinistra Pierluigi Maccagni, Franco Forte e Ferruccio Pallavera (Pasqualino Borella)

Franco Forte, da Romolo alla... Shoah

Presentando s Lodi il suo ultimo libro lo scrittore di Casaletto annuncia anche i prossimi romanzi

Non è la prima volta che Franco Forte presenta il suo ultimo libro, “Romolo – Il primo re”. Eppure ogni volta è come se fosse la prima. Sempre una sorpresa, se non due: perché martedì, in coda all’incontro dedicatogli nell’ambito della nuova collaborazione tra la Società Operaia di Mutuo Soccorso e Lodi al Sole, l’autore di Casaletto Lodigiano non solo ha incantato con la rivoluzionarietà del suo ultimo romanzo, ma intervistato dal direttore de «il Cittadino», Ferruccio Pallavera, ha anche svelato i programmi futuri, a partire da un libro dedicato a una delle più grandi tragedie vissute dall’umanità.

In cantiere, infatti, lo scrittore, sceneggiatore ed editor lodigiano ha infatti un romanzo sulla memoria delle vittime della shoah, che si intitolerà “La bambina e il nazista”. Un salto temporale nettissimo, rispetto all’ambientazione di “Romolo”, che Forte non ha peraltro alcuna intenzione di abbandonare, anzi: nell’incontro alla Società Operaia di Mutuo Soccorso, lo scrittore ha confermato di voler dedicare un romanzo a ognuno dei sette re di Roma.

Franco Forte

Nell’attesa, non resta che godersi il fascino di “Romolo”, e della chiave di lettura che Forte e Guido Anselmo, co-autore del libro, hanno voluto dare alla storia del “ primo re”. A partire dal suo legame con il fratello Remo, che lavorando per sottrazione rispetto all’immane mole di materiale storico indagato ribalta i ruoli così come molti li hanno tramandati. Ecco allora Romolo emergere come un uomo coraggioso, saggio, visionario ma allo stesso tempo umile, e Remo come un uomo fragile, impulsivo, che vive alla giornata senza badare al futuro. Perché non sempre “il bene e il male” sono così come li abbiamo immaginati.

Il pubblico all’incontro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.