A Venezia “La sera” parla lodigiano
Una scena de “La sera”

A Venezia “La sera” parla lodigiano

Il cortometraggio scritto da Andrea Cattaneo e diretto dal regista milanese Alessandro Ronchi al prestigioso VideoConcorso Pasinetti

«Dove è finita quella sensazione di pace e dove è finita la certezza che la mia vita avrebbe preso il giusto binario?», domanda una voce fuori campo. Ed è in questo dilemma, declinato in una manciata di minuti, che risiedono il senso e la bellezza de “La sera”, il cortometraggio scritto dal lodigiano Andrea Cattaneo e diretto dal regista milanese Alessandro Ronchi, che dopo i consensi raccolti al Festival intercomunale di cinema amatoriale di Brescia è sbarcato a Venezia, dove il VideoConcorso Pasinetti, rassegna di settore tra le più importanti in Italia, ha deciso di inserirlo nelle proiezioni del giovedì sera. al Fondaco dei Tedeschi.

Andrea Cattaneo

Interpretato dall’attore Dario Murri , “La sera” racconta in soli 3 minuti il mondo dei 40-50enni che a un certo punto della loro vita si trovano a fare i conti con un presente che non sentono più loro. «La storia – Andrea Cattaneo, già autore, con la moglie Laura, del romanzo Loser e ideatore, con Paolo Magri, del blog “Medea” - è la metafora di una vita che va avanti trascinandosi senza meta. Il protagonista è un uomo single, dedito soltanto al lavoro, che a un certo punto si sofferma a pesare la sua esistenza».

Una vicenda personale e al contempo “universale”, che ha colpito anche gli organizzatori del VideoConcorso Pasinetti, Festival che da 16 edizioni coniuga arte e impegno, passione e bellezza, solidarietà e originalità, storia e memoria. «Arrivare tra i finalisti di questo Festival è una grande soddisfazione – riprende Cattaneo -. Certo, non si tratta della Mostra del cinema, ma per un piccolo lavoro come il nostro arrivare al Pasinetti è un traguardo«.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 30 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.