Il Parmenide di Cagnone, tradotto e commentato

Una versione liberamente tratta

Nanni Cagnone non è solo uno dei maggiori poeti del Secondo Novecento e dei nostri giorni, consiglio a tutti la lettura dell’ultimo libro di versi Le cose innegabili (Avagliano 2018), ma come spesso accade ai poeti notevoli, uno dei maggiori traduttori dalle lingue classiche in particolare dal greco e da altre lingue moderne. In edizioni di grande pregio, secondo la tradizione delle proprie di Coliseum, questa volta ci propone un’investigazione sui frammenti di Parmenide. Le traduzioni però, secondo l’uso, non sono accompagnate da glosse esplicative o da un’interpretazione testuale del traduttore, ma: dai pensieri e commenti del poeta dalle sue amplificazioni. «Poiché tengo all’aspetto pratico della lettura, dopo aver tradotto il malcapitato Parmenides non tenterò di interpretarlo (otterrei soltanto una pseudosophia). Invece, il racconto di quel che nel leggerlo mi verrà in mente, nient’altro che l’esperienza di un lettore».
Amedeo Anelli

Nanni Cagnone
Parmenides Remastered
La Finestra Ed., Lavis (TN) 2019, p. 94, € 18

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.