Le due lezioni di Pazzaia sul genio di Leonardo
Walter Pazzaia torna nelle vesti di divulgatore per approfondire la figura di Leonardo da Vinci

Le due lezioni di Pazzaia sul genio di Leonardo

Giovedì il primo appuntamento del mini-ciclo al cinema Fanfulla di Lodi

Giovedì 2 maggio, una scelta non casuale per l’avvio delle due conferenze con le quali il professor Walter Pazzaia renderà omaggio a Leonardo: esattamente nella stessa data, il genio di Vinci moriva 500 anni fa nel castello francese di Amboise, e il valore simbolico della circostanza ha mutato la programmazione degli “Incontri d’arte” al Cinema Fanfulla abitualmente proposti il martedì (rimasto il 7 maggio come giorno del secondo appuntamento).

Walter Pazzaia

Con “Leonardo a Milano”, questo il titolo della conferenza di Pazzaia, si apre nella nostra città un riverbero del fiorire in tutta Italia e non solo di iniziative per l’anniversario, ricordato la settimana prossima in due altri momenti lodigiani, entrambi nella serata di giovedì 9: lo spettacolo Essere Leonardo da Vinci al Teatro alle Vigne con Massimiliano Finazzer Flory nei panni del protagonista, e l’incontro promosso alla Muzza dal Comune di Cornegliano Laudense con il professor Gian Vico Melzi d’Eril discendente di Francesco Melzi, uno degli allievi prediletti di Leonardo e suo erede testamentario, che all’Oratorio dei SS. Simone e Giuda parlerà della dispersione dei codici vinciani lasciati in eredità dal maestro al suo avo.

La Milano del ducato di Ludovico il Moro, dove a partire dal 1482 Leonardo visse in due riprese per oltre vent’anni. Di questo fertile tempo Pazzaia metterà a fuoco con l’ausilio di immagini la vicenda creativa con le predette realizzazioni, e i suoi antecedenti, rimandando al secondo appuntamento l’argomentazione intorno all’affresco con L’Ultima cena e il ritorno di Leonardo a Firenze nel 1499, al termine del primo soggiorno lombardo.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.