Le opere di Leonardo si animano con il lavoro di un team lodigiano
“LeonARdo” aperta in questi giorni a Milano durante la Design Week

Le opere di Leonardo si animano con il lavoro di un team lodigiano

La realtà aumentata al centro del progetto dalla start-up Dilium inserito negli eventi della Milano Design Week

C’è una firma lodigiana su uno dei progetti che in questi giorni fanno bella mostra di sé all’interno della Milano Design week, il Salone che raccoglie il meglio della tecnologia e del design nel capoluogo lombardo. Si intitola LeonARdo e non passerà inosservata l’esposizione che fino a venerdì 12 aprile - a Milano - farà prendere letteralmente vita alle opere più famose di Leonardo Da Vinci, viste come mai prima d’ora: mentre si muovono, mentre si trasformano e si animano, in un dialogo virtuale con i visitatori.

Il team della start-up Dilium

Una mostra innovativa che “parla” lodigiano, perché realizzata dalla start-up Dilium nata due anni fa dallo spunto imprenditoriale del codognese Donato De Ieso (40 anni, amministratore unico di Dilium) e da Alex Marchesi di Lodi e Roberto Sommariva di Melegnano (entrambi classe ‘97, “co-fondatori” di Dilium). Ci sono proprio loro (e il loro giovane team di una decina di collaboratori) dietro l’innovativa proposta di LeonARdo, progetto nato in collaborazione con lo studio di design DEseip e il patrocinio del Comune di Milano.

“La Gioconda” che strizza l’occhio. “L’uomo vitruviano” che diventa un robot e “L’ultima cena” raccontata ai tempi social, tra selfie e messaggi Whatsapp. «Leonardo è stato molto legato a Milano, in cui ha vissuto per quasi vent’anni, e la nostra esposizione rientra nei festeggiamenti del 500esimo anno dalla sua morte – spiega De Ieso – L’obiettivo della mostra è di celebrarne il genio e farlo puntando proprio sull’innovazione, principio che ha scandito tutta l’esistenza di Leonardo».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola mercoledì 10

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.