Il mondo di Razzini va “on line”
Un’immagine di repertorio di Franco Razzini

Il mondo di Razzini va “on line”

La Fondazione Banca Popolare di Lodi dedica una sezione al grande archivio di immagini del fotografo lodigiano

Alla Fondazione Banca Popolare di Lodi ha donato tutto il suo archivio fotografico online, costituito da circa 10 mila immagini. E ora la stesa Fondazione ha deciso di condividere questo dono con tutti, creando una sezione completamente dedicata alla sua opera. Benvenuti allora all’indirizzo internet pagina http://www.fondazionebancapopolaredilodi.it/la-fondazione/archivio-fotografico-franco-razzini/, dove tutti gli appassionati di fotografia potranno ammirare l’infinita bravura e poesia di uno dei più grandi interpreti della “scrittura con la luce” lodigiani: Franco Razzini.

“Estate Proletaria”

Dall’”Alluvione” al “Pescatore”, passando per “Riflesso”, “Estate Proletaria” e altri soggetti già visibili sul sito, l’ormai quasi 90enne Razzini è da oltre mezzo secolo i cantore di Lodi e del Lodigiano, dei suoi personaggi popolari, dei suoi luoghi scomparsi o trasformatisi, con una poesia e un tocco, esaltato soprattutto dal bianco e nero, capace di dare non solo luce, ma anche anima ai soggetti ritratti. Un amatore diventato grande (tanto da essere collezionato e venduto anche a New York), di cui grazie alla Fondazione Bpl è già possibile ammirare alcuni di quegli scatti divenuti già leggenda.

Franco Razzini

Il progetto è stato realizzato anche grazie al contributo del fotografo Alberto Martinenghi che ha collaborato nella realizzazione della grafica e nell’adattamento delle prime immagini. Delle 10 mila immagini che costituiscono l’archivio di Razzini, più di 2 mila sono già state consegnate alla Fondazione e saranno pubblicate gradualmente nel formato standard del sito che prevede un’altezza di 530 pixel. L’aggiornamento sarà costante fino alla pubblicazione di tutte le immagini disponibili. Al momento, sono 162 le immagini pubblicate sul sito.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 16 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.