Nucci torna alla Scala con la Traviata

Nucci torna alla Scala con la Traviata

Il grande baritono lodigiano illumina il venerdì sera a Milano ne “La Traviata”

Non c’è riposo per i fuoriclasse. Almeno se ti chiami Leo Nucci, e sei uno dei più grandi interpreti dell’opera mondiale. Così, a nemmeno una settimana dal trionfale concerto di domenica scorsa a Piacenza, il baritono lodigiano torna protagonista in uno dei grandi “tempi” della cultura in Italia: la Scala di Milano, dove venerdì sera l’artista sarà protagonista ne “La Traviata” di Giuseppe Verdi.

Fresco del trionfo al Municipale, dove si è esibito per i soci della Centropadana, Nucci passa dalla galleria di serie e personaggi interpretati a sud del Po a un unico, grande impegnativo ruolo: quello di Giorgio Germont, che l’intramontabile campione dell’opera lodigiano (aad aprile festeggerà le 77 primavere) vestirà per numerose repliche, prima di cederlo in marzo a un altro mostro sacro quale Placido Domingo.

Nucci e l’orchestra protagonisti domenica 6 gennaio a Piacenza

Al di la del cast, l’opera si annuncia imperdibile anche per l’allestimento: alla Scala verrà infatti riproposto quello con il quale Liliana Cavani riportò il titolo alla Scala sotto la direzione di Riccardo Muti, nonché scene del Premio Oscar Dante Ferretti e dei costumi di Gabriella Pescucci. A dirigere Nucci sarà Myung-Whun Chung, senza dubbio uno dei direttori verdiani di riferimento del nostro tempo.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola venerdì 11 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.