Lodi va in “Tilt” con il folk-blues di Folco Orselli
Folco Orselli al Tilt Live Pub (foto Ribolini)

Lodi va in “Tilt” con il folk-blues di Folco Orselli

Il cantautore milanese ha chiuso il primo weekend di eventi nel nuovo Live pub al Belgiardino

Fabio Ravera

Istrionico, ironico, profondo, divertente. Il concerto di Folco Orselli ha chiuso domenica sera il primo fine settimana di appuntamenti del Tilt Live Pub, il nuovo polo della musica cittadina che sorge nel Parco del Belgiardino a pochi metri dall’Adda. Il cantautore-bluesman milanese ha proposto alcuni brani tratti dal suo ultimo album, “Blues in MI”, un lavoro maturo in cui si alternano momenti di ilarità a profonde riflessioni sulla vita, con il capoluogo meneghino sempre sullo sfondo.

Oltre che un raffinato compositore e un ottimo musicista (si è alternato con nonchalance tra chitarra e tastiera), Orselli si è dimostrato anche un abilissimo narratore, introducendo ogni canzone con aneddoti e racconti che hanno strappato le risate e gli applausi del pubblico.

Intanto è già stato ufficializzato il calendario del Tilt per il mese di gennaio: tanti gli appuntamenti in programma, tra i quali una serata hip hop (sabato 12) con William Wilson, “I diari di Arnold Frec” (venerdì 25), un progetto tra racconti e musica con Erman Yakupi, e una cena-concerto a base di jazz con Gianni Satta e Fabrizio Trullu (martedì 29). La festa, al Tilt, è appena cominciata.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 8 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.