A Peschiera un palcoscenico tra sorrisi e impegno civile

A Peschiera un palcoscenico tra sorrisi e impegno civile

Da Flavio Oreglio a Mario Luzzato Fegiz, il De Sica prepara una grande stagione teatrale

Risate, impegno civile e attualità. Volendo riassumere il cartellone della nuova stagione teatrale al cinema teatro Vittorio De Sica di Peschiera Borromeo, non si potrebbero scegliere parole migliori. E si farebbe comunque un torto, per eccesso di sintesi, su un programma davvero lodevole, che porterà sul palco di via Don Sturzo tanti personaggi interessanti. Mario Luzzato Fegiz, Giulio Cavalli e Flavio Oreglio sono infatti solo alcuni dei protagonisti di una stagione che si annuncia capace di soddisfare i gusti di un ampio ventaglio di cittadini.

«L’obiettivo che ci siamo prefissate è quello di arrivare a più pubblici, mescolando generi di spettacolo, dal più impegnato al più leggero. Vogliamo far dialogare diversi tipi di linguaggio», hanno spiegato nella conferenza di presentazione della stagione Chiara Valli, Valeria Ratti e Silvia Gandolfi, rispettivamente direttore artistico e organizzativo, social media manager e comunicazione, responsabile ufficio stampa, orgogliose nel sottolineare la varietà della proposta preparata da Oltheatre.

Flavio Oreglio

Così, da “La voce del Silenzio” di Annarita Larghi si passa a “Mafie Maschere e Cornuti” di Giulio Cavalli, da “Anima Popolare” di Flavio Oreglio allo spassoso “Caveman” interpretato da Maurizio Colombi, da “Intrecciando Puccini” della giovane compagnia Kataklò a “Landella Live” con l’esilarante Giovanni D’Angella, fino a Mario Luzzato Fegiz che proporrà “Io odio i talent show”. Il tutto senza dimenticare il cinema, il cui giorno privilegiato sarà quello del martedì. Per scoprire nel dettaglio la stagione del De Sica, è sufficiente visitare il sito internet www.oltheatre.it.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 18 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.