Famiglie e ragazzi a teatro: cresce il pubblico di domani
Autorità e soggetti coinvolti nella doppia programmazione teatrale alla conferenza stampa di presentazione (Borella)

Famiglie e ragazzi a teatro: alle Vigne cresce il pubblico di domani

Le due nuove rassegne sono state presentate venerdì mattina alla Sala Rivolta a Lodi

Otto spettacoli dedicati ai bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, altrettanti per i ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori più tre rappresentazioni nate nei laboratori teatrali degli istituti scolastici cittadini. È questa l’offerta del “Teatro per le scuole”, la rassegna inserita nel cartellone del Teatro alle Vigne di Lodi giunta alla 14esima edizione. I giovani spettatori potranno assistere, inoltre, agli otto spettacoli che compongono “Famiglie a teatro”, altra tradizionale proposta dello stabile di via Cavour in programma la domenica pomeriggio (ore 17) dal 28 ottobre al 31 marzo. Le due rassegne sono state presentate venerdì mattina alla Sala Rivolta in una conferenza stampa introdotta dal direttore del teatro Angelo Curtolo.

Il teatro alle Vigne

Il cartellone si aprirà il 30 ottobre con la prima delle rappresentazioni create negli istituti scolastici lodigiani di secondo grado: si parte con Just, un testo ironico e graffiante di Ali Smith messo in scena dalla Compagnia Troppa Trama del Liceo Gandini-Verri per la regia di Stefano Benedetti. Gli allievi del laboratorio Dal testo alla scena, sempre del Liceo Gandini-Verri, coordinati da Annalisa Degradi e diretti da Luciano Pagetti, proporranno invece Le storie infinite (16 aprile) che tratta appunto il tema dell’infinito. Il 30 aprile sarà la volta de Il mare in un bicchiere, spettacolo ideato e diretto da Andrea Butera e Giacomo Camuri che vedrà la partecipazione di attori normodotati e diversamente abili: partecipano il Cse Il Girasole, Centro Sacro Cuore di Gesù, Liceo Maffeo Vegio e gruppo Fili Sospesi.

«Il teatro è un momento di ascolto, coinvolgimento e riflessione sui grandi temi – spiega l’assessore alla cultura Lorenzo Maggi -. L’obiettivo di questo calendario è avvicinare gli studenti e le famiglie a questo mondo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.