San Vincenzo Grossi, il prete contento: una vita rivissuta sul palco con Il Ramo
Un prete contentoFabio Ravera

San Vincenzo Grossi, il prete contento: una vita rivissuta sul palco con Il Ramo

Successo all’auditorium Bpl di Lodi nel fine settimana per lo spettacolo dedicato al sacerdote salito all’onore degli altari

Le sue parole sono ancora attualissime. A cento anni dalla morte, la figura di San Vincenzo Grossi, il fondatore dell’Istituto Figlie dell’Oratorio, continua a riempire i cuori dei fedeli: il suo stile, il suo carisma e la sua testimonianza rimangono “pilastri” senza tempo. Soprattutto per i giovani: per questo, sabato sera, centinaia di ragazzi e ragazze hanno gremito l’auditorium “Tiziano Zalli” per seguire Un prete contento, l’azione narrativa con l’aggiunta di danza e musica che racconta la vita del sacerdote di Pizzighettone.

I protagonisti sul palco

Il musical è costruito, mischiando narrazione, canto e azione scenica attorno ai diversi momenti dell’esistenza terrena di San Vincenzo Grossi: un mix che ha saputo sintetizzare la sua figura di sacerdote, parroco e uomo.

Prodotto dall’Accademia Il Ramo di Lodi per la regia di Riccardo Piricò, lo spettacolo ha fatto il pieno di applausi e di consensi: «Siamo davvero molto soddisfatti – commenta Sabrina Pedrazzini del Ramo, autrice delle coreografie -. C’è stato un grande riscontro da parte del pubblico».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino in edicola martedì 15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.