«Il Gesù sulla panchina simbolo di Misericordia»
Nella foto “Homeless Jesus” di Timothy Schmalz, donata da monsignor Rino Fisichella a Codogno

Il dono di Fisichella a Codogno: «Il Gesù sulla panchina simbolo di Misericordia»

La scultura “homeless Jesus” di Timothy Schmalz sarà inaugurata il 9 giugno

Quell’opera raffigurante un Gesù senzatetto, steso su una panchina, gli era subito piaciuta, tanto da farne installare due copie a Roma, la prima in Vaticano con la benedizione del Papa; la seconda di fronte all’ospedale di Santo Spirito. Così l’autore, l’artista canadese Timothy Schmalz, gliene ha regalata una terza: e lui, monsignor Rino Fisichella, ha deciso di farne a sua volta dono al suo territorio, il Lodigiano, dove Homeless Jesus sarà inaugurata il prossimo 9 giugno. Nel segno della bellezza, certo, ma soprattutto dell’umanità e dello spirito. Perché, come dice l’arcivescovo, «Vediamo un uomo abbandonato su una panchina a ogni angolo di strada, in ogni città. La misericordia è in tutte le cose, anche nell’arte».

Timothy Schmalz

A Codogno sarà posizionata sotto una delle due magnolie di fronte all’ingresso laterale della chiesa parrocchiale, un crocevia tra piazza Mercato e piazza XX Settembre. «Il significato di “Gesù senza dimora” è uno dei più grandi messaggi o valori che il cristianesimo ha dato alla società occidentale, quello per cui tutta la vita umana è sacra – spiega Schmalz -. Il Figlio di Dio voleva che questo fosse chiaro dicendo che quando aiutiamo i poveri stiamo aiutando lui. In Matteo 25 è diretto: “stai facendo questo a Gesù”, e il passo del Vangelo prosegue dicendo che se non aiuti gli ultimi dei tuoi fratelli andrai all’inferno».

Leggi l’approfondimento sull’edizione de “il Cittadino” in edicola giovedì 12 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.