«Una vita ricca come un romanzo»: Maria Cosway tra sogno e memoria
Sopra Chiodaroli (con il libro) e gli autori Luigi Rocca e Michela Spoldi

«Una vita ricca come un romanzo»: la storia di Maria Cosway tra sogno e memoria

Sabato la presentazione del libro nella sede della Fondazione a Lodi

Una donna straordinaria, con una vita straordinaria: «La vita di Maria Cosway è incredibile, è già di per sé un romanzo». Tanto che i fatti «più curiosi sono veri, noi ci siamo limitati a inventare qualche dialogo e qualche personaggio di contorno», dice Luigi Rocca, autore insieme a Michela Spoldi del romanzo storico “La memoria e il sogno”, volume incentrato sulla figura della celebre pittrice, calcografa, musicista, cantante, compositrice ed educatrice cosmopolita che a Lodi, nel 1812, fondò un collegio femminile basato su metodi di insegnamento decisamente moderni per l’epoca.

Un ritratto di Maria Cosway

«Abbiamo voluto valorizzare l’aspetto educativo – spiega Spoldi -, ma anche lo spessore della persona, perfettamente inserita nel contesto storico in cui è vissuta». Una donna capace di farsi ammirare da personaggi come Francesco Melzi d’Eril, Napoleone, Ugo Foscolo, Thomas Jefferson…«Quando qualcuno voleva una statua del Canova si rivolgeva a lei – racconta Rocca -. Questo fa capire quanto questa donna fosse influente e conosciuta».

Il romanzo verrà presentato al pubblico sabato (ore 17.30) alla Sala della musica della Fondazione in piazza Zaninelli 13 a Lodi.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino in edicola giovedì 22

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.