La lunga notte dell’uomo tra giustizia e perdono

La lunga notte dell’uomo tra giustizia e perdono

La riflessione di Julia Kristeva

Al tema del perdono è dedicato questo piccolo, ma denso libro della grande studiosa di lingua francese, ma di origine bulgara, Julia Kristeva, nata a Slilven nel 1941 e poi emigrata in Francia. Una conferenza in omaggio a Vladimir Jankélévitch, in cui lungo una direzione personalista, giovandosi dei suoi strumenti linguistici e di psicoanalista, di un attraversamento del testo biblico e di esemplificazioni da Dostoevskij, oltre ogni formalismo giuridico sancisce un orizzonte in cui giustizia repulsa del reato si inanella con il perdono come riconoscimento alla persona e alla sua umanità: «Non si può perdonare l’omicidio o il furto, si può perdonare solo l’omicida e il ladro». Come molti libri di questa collana è un utile strumento per riflettere, per dare spessore e concretezza a un nuovo umanesimo antropologico che sappia sostanzialmente far proprio ogni sapere e dimensione umana, qualcuno direbbe anche fare anima.
Amedeo Anelli

Julia Kristeva

La notte della giustizia all’alba del....

EDB, Bologna 2018, pp. 64, € 7

© RIPRODUZIONE RISERVATA