«A ogni spesa si rischia ma c’è chi non capisce»
Il Conad di via Cavezzali

«A ogni spesa si rischia ma c’è chi non capisce»

L’appello di un direttore di supermercato di Lodi: «Ogni giorno vediamo persone che non rispettano le ordinanze»

Nicola Agosti

Decreti, ordinanze e anche semplici consigli e richiami al buonsenso non bastano, ancora troppe persone riempiono i supermercati recandovisi più volte alla settimana. Questa volta la testimonianza diretta è di Daniele Ferioli, direttore del Conad di via Cavezzali a Lodi.

«Non voglio fare polemica, ma sensibilizzare una volta in più rispetto a quanto già si fa – spiega -. Ogni giorno vediamo persone che non rispettano le ordinanze, per esempio che arrivano in coppia e se glielo si fa notare se ne fregano». C’è poi chi in settimana si reca nel supermercato più di una volta come dovrebbe essere. «Ci sono clienti che prendendo pochi articoli, e poi il giorno dopo sono ancora qui – aggiunge Ferioli -. Il consiglio che è stato dato è quello di stare a casa, per le persone anziane e altre fasce della popolazione. Con la Croce Rossa abbiamo anche attivato un servizio a domicilio. Meno usciamo più c’è possibilità di diminuire le possibilità di contagio. Ma le forze dell’ordine controllano sempre di più, per fortuna».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.