Più tamponi e contagi, ieri nuovo boom di casi
foto Paolo Ribolini

CORONAVIRUS Più tamponi e contagi, nuovo boom di casi in Lombardia

Tutti i dati nei Comuni del Lodigiano e del Sudmilano

Andrea Bagatta

Brusca impennata in Lombardia per il numero di contagi, aumento del ritmo di nuovi casi anche a livello nazionale. Ma i dati non spiegano tutto. Da lunedì Regione Lombardia ha dato il via a un numero maggiore di test, soprattutto agli operatori sanitari degli ospedali e delle Rsa, in particolare nella zona di Bergamo e Brescia. «Ma non risultano pressioni particolari ai pronto soccorso», ha spiegato l’assessore al welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera. A Milano e provincia 848 nuovi casi, nel Lodigiano 84.

Più tamponi, più positivi

«È un aumento di diagnosi più che di contagi», ha spiegato il professor Federico Perno, direttore del laboratorio di analisi del Niguarda di Milano. E sui tamponi Regione Lombardia fa parlare il virologo Fausto Baldanti del San Matteo di Pavia: «Un’analisi a tappeto utile per capire la circolazione del virus sul territorio, ma poco significativa in termini di risposta medica». La lotta al contagio è lunga, «ma alla fine, forse in un tempo più breve di quanto pensiamo oggi, vinceremo noi, grazie allo straordinario apporto dei nostri scienziati, al lavoro straordinario dei nostri medici e infermieri e all’impegno di ciascuno di noi», ha detto l’assessore al welfare Giulio Gallera. Diminuiscono gli spostamenti dei cittadini lombardi in base ai dati rilevati dalle celle agganciate dagli smartphone: rispetto al 20 febbraio, prima del contagio, si muove il 36 per cento dei cittadini, la settimana scorsa il dato era al 42 per cento.

I numeri del contagio

A livello nazionale, secondo i dati comunicati ieri sera dalla Protezione civile nazionale, i positivi erano 57mila 521, 4mila 492 in più, con 662 morti registrati in un giorno per un totale di 7mila 503, e anche 999 guariti registrati ieri, per un totale di 9mila 362 dall’inizio della presenza ufficiale del covid 19 in Italia. In Lombardia i positivi sono 34mila 889, 2mila 443 in più (il giorno prima l’incremento era stato di 1643), con 10mila 681 ricoverati, 655 in più (erano stati 315 il giorno prima). In terapia intensiva si trovano 1263 persone, 27 in più. I decessi sono 4mila 861, 387 in più, mentre le persone guarite e dimesse sono 7mila 839. Tra le province, Bergamo arriva a 7mila 458 (+386) positivi, Brescia a 6mila 931 (+334), Cremona a 3370 (+214). I casi di Milano sono 6mila 922 (+848), quelli del Lodigiano 1968 (+84). I decessi a Lodi e provincia arrivano a 368. Gli altri territori hanno situazioni di minore emergenza.

La zona rossa, Lodi e Borghetto

Nella ex zona rossa i dati ufficiali di ieri mostrano una leggera crescita. A Codogno, dopo due giorni a crescita zero, si registrano nuovi casi: in totale sono 274 (+6), i positivi di Castiglione sono 182 (+2), Casale rimane fermo a 167 (0), Maleo non registra nuovi casi da giorni e ne conta 46 (0), Castelgerundo 31 (+1), Fombio 30 (0), Somaglia 28 (+1), San Fiorano 26 (0), Terranova de Passerini 9 (0). In tutta la ex zona rossa dei 10 comuni della Bassa (Bertonico è fermo e non presente negli elenchi ufficiali) i nuovi casi positivi registrati ieri sono 10, negli ultimi due giorni erano stati 3 e 3. Movimenti minimi per il primo focolaio italiano di coronavirus. Lodi riprende a crescere e arriva a 363 contagiati (+25), Borghetto arresta la crescita per il secondo giorno consecutivo a 59 (0).

Il resto della provincia

I numeri ufficiali crescono un po’ ovunque nel Lodigiano. Sant’Angelo 50, San Rocco 42, Lodi Vecchio 38, San Martino 37, Castelnuovo Bocca d’Adda 35, Fombio 30, Tavazzano 26, Mulazzano 25, Sordio 25, Livraga 24, Santo Stefano 24, Massalengo 23, Guardamiglio 23, Turano 22, Corno Giovine 20, Caselle Landi 19, Brembio 19, Zelo Buon Persico 18, Cornegliano 17, Caselle Lurani 17, Ospedaletto 16, Casalmaiocco 16, Meleti 15, Montanaso 14, Orio Litta 12, Corte Palasio 12, Cavenago 12, Secugnago 11, Borgo San Giovanni 11, Villanova del Sillaro 9, Galgagnano 9, Pieve 9, Senna 9, Graffignana 8, Ossago 7, Salerano 7, Crespiatica 7, Casaletto Lodigiano 6, Valera Fratta 6, Marudo 6, Boffalora d’Adda 6, Comazzo 5, Mairago 4. Altri 15 casi in provincia sono distribuiti tra i Comuni non presenti negli elenchi ufficiali.

Il Sudmilano

Crescita molto forte per il Sudmilano nei nuovi contagi registrati ieri, al pari di tutta la provincia di Milano. Impennata di casi, rispetto a quelli registrati fino al giorno prima, a Melegnano, Paullo e Tribiano. I positivi di San Giuliano sono 98 (+14), Mediglia 66 (+8), San Donato 65 (+8), Peschiera 55 (+8), San Colombano 53 (+2), Melegnano 49 (+20), Paullo 39 (+12), Pantigliate 32 (+6), Vizzolo 30 (+3), Locate Triulzi 25 (+3), San Zenone 19 (+4), Tribiano 15 (+6), Dresano 14 (+2), Cerro 11 (+6), Carpiano 6 (+1).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.