Polizia locale in campo per i poveri: il cibo nelle case lo portano gli agenti
Qui sopra il comandante Giovanni Dongiovanni carica l’auto di servizio

A San Giuliano polizia locale in campo per i poveri: il cibo nelle case lo portano gli agenti

L’amministrazione comunale in soccorso del Banco della solidarietà

Giulia Cerboni

La Polizia locale ieri ha iniziato a consegnare i pacchi del Banco della solidarietà ai 120 poveri di San Giuliano che da anni sono soliti ricevere una confezione di viveri ogni mese. È stato così risolto, grazie agli agenti sangiulianesi, il problema che si era creato a seguito delle restrizioni imposte per contenere il contagio da coronavirus. Misure che hanno interrotto anche la consuetudine dei volontari di entrare a turno nelle case di chi è in difficoltà per portare derrate alimentari, ma anche consigli, ascolto e incoraggiamento.

Una certa apprensione era stata mostrata nelle scorse settimane dalla presidente del Banco della solidarietà, Monica Ventimiglia, la quale aveva spiegato che - seppur con una serie di accorgimenti tesi ad evitare affollamenti all’interno del deposito -, gli esponenti del sodalizio stavano comunque preparando i pacchi con la speranza di riuscire poi in qualche modo a recapitarli ai destinatari. I divieti imposti per contenere il contagio da coronavirus rendevano infatti complessa soprattutto la consegna che richiede inevitabilmente degli spostamenti, oltreché dei contatti diretti con le persone. L’associazione si era dunque da subito confrontata con l’amministrazione comunale che si è fatta parte attiva per garantire comunque gli aiuti a quei sangiulianesi che a causa della disoccupazione e di altre vicissitudini non riescono ad arrivare a fine mese.

Ieri l’avvio dell’iniziativa, che ha portato la polizia locale fare spola con il magazzino benefico, è stato ripreso anche dalle telecamere della Rai che hanno realizzato un servizio dedicato al lavoro condotto dagli agenti sul territorio. Il sindaco Marco Segala, mentre erano in corso i preparativi, ha osservato: «Di fronte a questa drammatica emergenza, le nostre associazioni insieme alla Polizia locale stanno dando un importantissimo aiuto alla comunità di cittadini. Il mio grazie va alla Protezione civile, alla Croce Rossa, alla croce Bianca e a tutte le realtà impegnate nel sociale che stanno dimostrando grandissima tenacia. La loro preziosa collaborazione - prosegue -, ci aiuta a continuare ad essere a fianco di tutti i cittadini con un’attenzione rivolta in particolare a coloro che vivono nel disagio e che pertanto hanno maggiore necessità di sostegno».

E il comandante Giovanni Dongiovanni, dopo avere aiutato a caricare i pacchi sulle pattuglie, ha ricordato: «La nostra è una polizia di prossimità che è dunque completamente a disposizione dei cittadini non solo per quanto riguarda i controlli, ma anche per tutti quei servizi tesi a mitigare i disagi delle fasce di popolazione più debole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.