«Per ora il Pronto soccorso di Codogno è giusto che rimanga chiuso»

«Per ora il Pronto soccorso di Codogno è giusto che rimanga chiuso»

L’anestesista Claudio Anzi: «Il suo ruolo è comunque strategico»

Cristina Vercellone

Codogno

«Il pronto soccorso di Codogno, per ora è giusto che rimanga chiuso. Nulla sarà più come prima, nei rapporti tra noi e con la professione. Stiamo vivendo un’esperienza inimmaginabile, che ci cambia, ci motiva, ci riqualifica. Nessuno degli operatori sanitari va a casa come faceva due mesi fa. Non è uno scenario normale». A parlare è l’anestesista Claudio Anzi.

Claudio Anzi (foto d’archivio)

Nei giorni scorsi, i sindacati avevano sollevato il tema della riapertura del pronto soccorso e della rianimazione di Codogno. «Secondo me - commenta l’anestesista Claudio Anzi - è giusto, ora, che Codogno svolga un ruolo complementare a quello di Lodi. A bocce ferme poi si faranno altri ragionamenti. Codogno sarà strategico, ma lo è anche oggi, assistendo pazienti che a Lodi non potrebbero essere assistiti. Chi grida che bisognerebbe riaprire il pronto soccorso di Codogno non si rende conto che si scompenserebbero il territorio e le persone. L’ospedale di Lodi sta tenendo bene, anche se non ho mai visto così tanti pazienti intubati in una volta sola. È uno scenario inimmaginabile. Si stanno facendo sforzi incredibili. La sanità lodigiana, in questo momento, sta rispondendo, in modo encomiabile, con tutte le forze che ha e che non ha. Codogno riaprirà quando ci saranno le forze per farlo e quando si riaprirà gli operatori avranno una formazione in più perché nulla sarà più come prima.

L’ospedale è stato completamente riconvertito, sono state trovate soluzioni nuove urgenti, con le paure, ma anche le risorse, per sconfiggere il nemico.

Anche le persone che si occupano delle pulizie sanno che il loro contributo è fondamentale. Come lo è quello dell’operatrice che, vicino al distributore di disinfettante, fuori dall’ospedale di Codogno, ti ferma e ti dice: “Dottore si lavi le mani”».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.